Subscribe Now

Trending News

Stay connected

Recensioni

iPhone XS

Scatta delle foto con iPhone XS Max ma le spaccia per altro… nessuno nota il Beauty Gate 

Jonathan Morrison ha dimostrato quanto risulta semplice smuovere delle masse su internet, anche nel diffondere delle notizie distorte o esagerate. Con iPhone XS ed iPhone XS Max è scoppiato il Beauty Gate, in quanto la fotocamera frontale viene “accusata” di applicare un filtro bellezza così evidente da risultare fastidioso. Il famoso YouTuber allora ha voluto fare un esperimento: ha pubblicato dei selfie sui social network spacciandoli per “foto eseguite con un Google Pixel 2”.

In realtà queste foto erano state scattate con iPhone XS Max, ma tutto questo è stato svelato soltanto oggi in un nuovo video.

Gli utenti, credendo si trattasse di foto realizzate dai Pixel, hanno esaltato la fotocamera frontale, lasciando dei commenti davvero positivi, alcuni hanno anche utilizzato l’hashtag #nobeautygate.

Lo scopo di questo esperiemento, viene spiegato dallo stesso Morrison:

Volevo solo impartire la mia lezione: non lasciate che i pregiudizi offuschino la vostra capacità di giudizio. Perchè è chiaro che tutti coloro che hanno realmente pensato di giudicare foto scattate con il Pixel 2 hanno automaticamente dato per scontato che questo smartphone riuscisse a scattarle meglio dell’iPhone XS. In realtà le foto sono state fatte dall’XS Max e nessuno si è lamentato del Beauty Gate.

La verità è che la fotocamera frontale dei nuovi iPhone applica una forte riduzione del rumore che effettivamente rende meno nitide le imperfezioni del viso ma è una cosa che si può regolare tramite software (Apple ha già promesso di farlo) e non è così grave. Le fotocamere frontali dei nuovi iPhone XS riescono a scattare foto qualitativamente eccezionali, anche se le confrontiamo con quelle scattate da iPhone X. Il modo in cui sviluppa l’HDR è impressionante. Guardate lo sfondo in questi esempi:

E’ così dalla notte dei tempi: su internet, dietro ad una tastiera, è facile esagerare e diventare anche cattivi, ma la verità non sta mai in quello che si legge. Le cose vanno provate personalmente, che è un invito che anche noi vi facciamo da sempre.

Articoli Correlati