News

Foxconn sposta la produzione di iPhone in India a causa del coronavirus

Apple sta trasferendo la sua produzione di iPhone in India, mentre la Cina continua ad affrontare la diffusione del coronavirus.

In una nota ai clienti, Kuo scrive che la fabbrica cinese di Foxconn, Zhengzhou, è il “sito di produzione iPhone più critico“. Questo impianto produce i migliori modelli di iPhone, come l’iPhone 11 e il prossimo iPhone SE 2 / iPhone 9.

Foxconn inizialmente aveva pianificato di riprendere il lavoro il 2 febbraio, ma la data è stata rinviata di almeno una settimana. Kuo stima che il tasso di rendimento del lavoro sarà intorno al 40/60 percento la struttura riaprirà.

Foxconn ha spostato le apparecchiature di produzione nei suoi siti di Taiyuan e in India a causa dei ritardi in Cina, ma le capacità di produzione sono limitate in quelle località.

foxconn

Un recente rapporto, ha affermato che i funzionari sanitari cinesi avevano negato i piani di Foxconn di riaprire le sue fabbriche dopo aver condotto ispezioni in loco e trovato difetti nel flusso d’aria scadente e nell’uso del condizionamento d’aria centrale.

Secondo le nuove informazioni fornite da Reuters, i funzionari del distretto di Longhua di Shenzhen, dove si trova la più grande fabbrica di Foxconn, hanno affermato che il rapporto non era vero e che stava ancora conducendo controlli. La produzione presso le strutture Foxconn verrà riavviata al termine delle ispezioni e la società ha presentato proposte di prevenzione del coronavirus che includono controlli della temperatura, richiedendo ai dipendenti di indossare maschere e implementare un sistema di ristorazione sicuro.

Pegatron, un altro fornitore di Apple, ha ripreso a lavorare sulla produzione di iPhone 11 e sul nuovo iPhone 12 nella sua fabbrica di Shanghai il 3 febbraio, con un tasso di rendimento del 90 percento, ma Kuo ritiene che il tasso di manodopera scenderà al 60 o al 70 percento perché molti gli impiegati della fabbrica si dimetteranno dopo essere stati pagati a febbraio.

La fabbrica di Kunshan di Pegatron incaricata della produzione del nuovo ‌iPhone 9 doveva tornare al lavoro il 10 febbraio, ma la data è stata nuovamente rinviata.

Kuo ha rifiutato di fornire nuove previsioni di spedizione perché “ci sono ancora molte incertezze“, ma la scorsa settimana ha abbassato le sue previsioni di spedizione dell’iPhone del 10 percento a 36-40 milioni di unità durante il primo trimestre 2020 a causa del coronavirus.

A seconda di quando riapriranno le fabbriche di fornitori di Apple, potrebbe esserci un impatto significativo sulle forniture di dispositivi con conseguenti tempi di spedizione e di attesa più lunghi per i nuovi dispositivi e potenziali ritardi per i dispositivi che si presume verranno lanciati all’inizio dell’anno come l’iPhone 9.

Tags
Show More

Fabiano Confuorto

Fondatore ed Amministratore di iSpazio. Appassionato di tecnologia, ho avviato questo blog nel 2007 dapprima come hobby e poi come vero e proprio lavoro a tempo pieno. Oggi iSpazio è il blog più importante d'Italia per le notizie Apple.

Related Articles

Back to top button
Close