News

L’epidemia di coronavirus potrebbe dimezzare le vendite di smartphone in Cina nel Q1 2020

Le vendite di smartphone in Cina potrebbero scendere del 50% nel primo trimestre, poiché molti negozi al dettaglio hanno chiuso per un lungo periodo e la produzione deve ancora riprendere completamente a causa della rapida diffusione di un nuovo coronavirus

Secondo una nuova ricerca, le vendite di smartphone in Cina potrebbero ridursi fino al 50% nel primo trimestre del 2020 a causa dell’impatto che l’epidemia di coronavirus sta avendo sui settori della vendita al dettaglio e della produzione.

Parlando con Reuters, la società di ricerca Canalys ha affermato che la chiusura delle strutture di produzione e dei negozi al dettaglio da parte di Apple e di altre società tecnologiche non solo colpirà le vendite di smartphone, ma avrà anche un impatto sul lancio dei prodotti previsto per il primo trimestre di quest’anno.

Coronavirus

I lanci programmati dei venditori saranno annullati o subiranno dei ritardati, dato che in Cina non sono consentiti eventi pubblici di grandi dimensioni”, hanno detto i ricercatori di Canalys.” Ci vorrà del tempo perché i venditori cambino le loro tabelle di marcia per il lancio dei prodotti in Cina, il che probabilmente ridurrà le spedizioni di dispositivi 5G “.

Apple non dovrebbe presentare un telefono 5G prima di settembre settembre, quando la serie iPhone 12 dovrebbe essere annunciata, ma secondo quanto riferito altri venditori come Huawei sperano di vedere un aumento delle vendite grazie all’implementazione della rete 5G in Cina.

All’inizio di febbraio, Apple ha chiuso tutti i suoi uffici, negozi e centri di contatto in Cina a causa dell’epidemia di coronavirus che ha avuto origine a Wuhan. I negozi non dovrebbero riaprire come previsto il 10 febbraio a causa di preoccupazioni continue.

Nel frattempo, il sito Zhengzhou di Foxconn, che è il sito di produzione più critico per l’iPhone 11 e l’iPhone9, sta riscontrando ritardi significativi. Inizialmente, lo stabilimento prevedeva di riprendere i lavori il 2 febbraio, ma la data è stata posticipata di almeno una settimana.

Ci sono già stati diversi rapporti che suggeriscono che queste chiusure avranno un impatto sulla produzione di dispositivi Apple e che nel prossimo futuro potremmo vedere diminuire le forniture di dispositivi e allungare i tempi di spedizione.

Secondo un rapporto, la capacità di Apple di soddisfare l’equilibrio tra domanda e offerta di AirPods e AirPods Pro è a rischio a causa dell’epidemia. I ritardi potrebbero anche influire sul prossimo ‌iPhone‌ economico che Apple dovrebbe lanciare già a marzo.

Nel suo rapporto più recente, il rispettato analista Apple Ming-Chi Kuo ha rifiutato di fornire nuove previsioni di spedizione alla luce dell’epidemia di coronavirus perché “ci sono ancora molte incertezze“, ma la scorsa settimana ha abbassato le sue previsioni di spedizione di iPhone del 10 percento a 36-40 milioni unità durante il primo trimestre 2020 a causa del coronavirus.

Tags
Show More

Fabiano Confuorto

Fondatore ed Amministratore di iSpazio. Appassionato di tecnologia, ho avviato questo blog nel 2007 dapprima come hobby e poi come vero e proprio lavoro a tempo pieno. Oggi iSpazio è il blog più importante d'Italia per le notizie Apple.

Related Articles

Back to top button
Close