AirPodsNotizie

Apple vuole aumentare in modo “aggressivo” la produzione di AirPods a causa del coronavirus

La produzione di AirPods e AirPods Pro potrebbe essere influenzata dal Coronavirus, portando a maggiori carenze di forniture.

Il piano di Apple di aumentare la produzione di AirPods potrebbe subire ritardi a causa dell’epidemia di coronavirus. Nikkei Asian Review riferisce che i tre principali produttori di AirPods di Apple, Luxshare, Goertek e Inventec, hanno tutti interrotto la produzione dei popolari auricolari wireless.

L’epidemia di coronavirus ha costretto i fornitori in Cina a interrompere la produzione, ma anche se il lavoro riprenderà lunedì come previsto, fonti hanno riferito a Nikkei che ci sarà una carenza di componenti. I tre produttori hanno in programma di riprendere il lavoro lunedì, ma “i tassi di produzione possono raggiungere al massimo solo il 50% nella prima settimana date le condizioni attuali“, afferma il rapporto.

AirPods

Attualmente, si vocifera che i partner di assemblaggio di Apple abbiano “due settimane” di materiali e componenti necessari per l’assemblaggio di AirPods. Dovranno aspettare che i produttori di componenti in Cina riprendano le operazioni per ricevere nuovi rifornimenti.

Secondo quanto riferito, Apple aveva ordinato ai suoi fornitori di produrre 45 milioni di unità AirPods durante la prima metà del 2020, al fine di tenere il passo con la “domanda crescente per i nuovi auricolari wireless“. Il piano di Apple di accelerare “aggressivamente” la produzione, tuttavia, è ora in un limbo.

Attualmente, tutti i prodotti finiti sono riservati ai negozi al dettaglio e al negozio online di Apple. Ciò pone la maggior parte dei vincoli di approvvigionamento su altri rivenditori. Su Amazon, ad esempio, AirPods Pro è completamente esaurito.

 

Tags
Show More

Fabiano Confuorto

Fondatore ed Amministratore di iSpazio. Appassionato di tecnologia, ho avviato questo blog nel 2007 dapprima come hobby e poi come vero e proprio lavoro a tempo pieno. Oggi iSpazio è il blog più importante d'Italia per le notizie Apple.

Related Articles

Back to top button
Close
Close